Le date si riferiscono al giorno di inserimento delle notizie.
Home>News>World Cup 2018 - Quinta prova a Hachioji, Tokio (JPN)
Ricerca News
World Cup 2018 - Quinta prova a Hachioji, Tokio (JPN)
(03/06/2018)

Tomoa Narasaki - Gabriele Moroni - Rei Sugimoto
World Cup - Hachioji 2018
Foto © Eddie Fowke
Quinta prova della World Cup 2018 a Hachioji, Tokio (JPN).

Come prevedibile, massiccia presenza degli atleti giapponesi in questa prova: su dodici finalisti, ben sei sono nipponici, tre uomini e tre donne. Li vediamo dominare ancor più sul podio, soprattutto in campo femminile. Solo la grande prestazione dell'italiano Gabriele Moroni toglie il gradino più alto agli atleti del Sol Levante.

Uomini:
Stupendo periodo di forma per Gabriele Moroni che sin dalle qualificazioni e semifinali fa capire che questa volta potrebbe avere i numeri per un piazzamento di prestigio. Un'ipoteca sulla vittoria inizia a metterla già dal primo blocco, sul quale è l'unico a raggiungere il top. E' l'ultimo boulder che decide la gara e Gabriele lo risolve flash mantenendo il vantaggio su Tomoa Narasaki e Rei Sugimoto, rispettivamente secondo e terzo, con un solo passaggio risolto.
A 30 anni Gabriele corona il sogno di vincere una finale di Coppa, dopo ben 14 anni di competizioni.

Donne:
Si ripete il copione delle due precedenti prove con la regolare ed inesorabile progressione della fuoriclasse giapponese Akiyo Noguchi che a 29 anni conquista la sua 21ma prova di World Cup. Immediatamente a ruota, con un solo tentativo di distacco su 3 boulder risolti, troviamo ancora Miho Nonaka e per la prima volta sul podio, al terzo posto, la russa Ekaterina Kipriianova.

Tra gli altri italiani Michael Piccolruaz guadagna le semifinali e resta di poco fuori dalla finale, con un 8° posto, seguono Marcello Bombardi 29° e Riccardo Piazza 45°.

Due le italiane in gara: Asja Gollo al 49° posto e Andrea Ebner al 52°.


Photo Gallery
Le classifiche complete sul sito di IFSC: maschile e femminile.
E9
Samsara
King Rock
Kinobi
Il Risuolatore
Wild Climb
Varazze The Core Training Finale Climb